Elenco dei prodotti per la marca Taittinger

Fu nel 1734 che Jacques Fourneaux creò una casa vinicola di Champagne perché lavorava con le grandi abbazie benedettine, allora proprietari dei più bei vigneti della Champagne.

Jacques Fourneaux ha iniziato questa attività a Reims commercializzando vini fermi di Champagne rosso o bianco, quindi spumanti di questi magnifici vigneti.

È il terzo nella storia dello Champagne ad iniziare a fare trading. Negli anni venti dell'Ottocento Les Fourneaux unì le forze con Antoine Forest. Ben presto la nuova attività prosperò sotto il nome di Forest-Fourneaux.

Ha occupato per un certo periodo l'hotel le Vergeur a "Reims" prima di trasferire, dopo la prima guerra mondiale, la sua attività in rue de Tambour nella residenza duecentesca dei Conti di Champagne.

Fu nel 1932 che Pierre Taittinger acquisì lo Château de la Marquetterie vicino a Epernay dalla Champagne House Forest-Fourneaux. Dal 1945 al 1960 la casa è stata gestita da François Taittinger aiutato dai suoi due fratelli Jean e Claude ed è in questo periodo che la casa è stata stabilita nelle cantine dell'abbazia di Saint-Nicaise, costruita nel XIII secolo su fosse di gesso. Gallo -Romano risalente al IV secolo. Poi, nel 1960, Claude Taittinger dirigerà e darà un notevole impulso a quest'Aula.

Dopo tempi difficili all'interno del Gruppo per ristrutturare la Capitale negli anni 2005-2006, è Pierre -Emmanuel Taittinger, una terza generazione che ha preso il testimone aiutato per alcuni anni dai suoi due figli Clovis e Vitalie, una quarta generazione per Scrivi il futuro.

Il vigneto Maison Taittinger si estende per circa 300 ettari per una produzione di circa 6 milioni di bottiglie.